Posted on 17 settembre 2010 by

Parola di Jay Rosen

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Jay Rosen offre la sua visione attra­verso dieci con­si­gli per la nuova gene­ra­zione di giornalisti.

  1. Sosti­tuite i ter­mini let­tori, spet­ta­tori e con­su­ma­tori con la parola utenti
  2. Ricor­date, gli utenti ne sanno più di voi [frase che Jay Rosen riprende da Jeff Jar­vis]
  3. C’è stato un cam­bio di potere, il “poo­ling”, la mutua­liz­za­zione del gior­na­li­smo è qui
  4. Descri­vete il mondo in un modo che aiuti le per­sone a parteciparvi
  5. Qual­cuno può non signi­fi­care il mondo intero [Jay Rosen si rife­ri­sce alla regola dell’1%]
  6. Il gior­na­li­sta è solo un caso inten­si­fi­cato di un cit­ta­dino infor­mato, non una classe spe­ciale. Per Rosen il gior­na­li­sta è inca­ri­cato di porre domande che ogni cit­ta­dino intel­li­gente, attivo, potrebbe fare
  7. La vostra auto­rità [quella dei gior­na­li­sti] ini­zia con: “ci sono io, non voi, lasciate che vi dica una cosa”
  8. In un certo senso, il gior­na­li­sta deve esi­gere e dare alla gente quello che loro non hanno modo di chie­dere. Le per­sone pre­ste­ranno atten­zione a quello che voi pen­sate che deb­bano sapere se ritiene che gli viene pre­stata la giu­sta attenzione.
  9. La vostra offerta deve essere fida­bile, neu­trale. Deve essere trasparente
  10. Respi­rate pro­fon­da­mente, come disse Toc­que­ville: “i gior­nali fanno le asso­cia­zione e le asso­cia­zioni fanno i gior­nali” in rela­zione ai van­taggi reci­proci delle partnership.

E’ dispo­ni­bile anche il video dei dieci punti che Jay Rosen ha illu­strato, sug­ge­rito, ad ini­zio mese agli stu­denti della scuola di gior­na­li­smo di Parigi.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Attualmente è temporary manager come social media editor de «La Stampa» . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)