Profitti del Tubo

Nello stesso giorno viene affrontato lo spinoso tema dei profitti dei media da due prospettive diverse. L’integrazione di entrambe agevola la comprensione delle dinamiche di quest’area ancora irrisolta relativa ai modelli di business ed alla loro effettiva redditività.

Da un lato Peter Kafka offre alcuni dati, resi disponibili dall’analista della Citygroup Mark Mahaney, relativamente alla profittabilità di You Tube. Nonostante i dati siano parziali e debbano essere considerati con precauzione, forniscono comunque un’idea della situazione attuale e delle prospettive della maggiore piattaforma di video sharing.

Dall’altro lato, Alan Mutter, pubblica i dati sintetici di un’analisi che paragona l’andamento di diversi gruppi editoriali statunitensi. I dati, che prendono in considerazione sia gruppi editoriali puri che misti, evidenziano come le revenues pubblicitarie siano crollate ad un tasso quasi doppio rispetto a quello dell’andamento delle vendite.

Al di là dei dettagli, per i quali vi rimando inevitabilmente agli scritti originali, emerge con chiarezza che i profitti del comparto editoriale non possono essere rimpiazzati da quelli sul web e che la crisi attuale è strettamente legata alle molteplici incertezze degli attuali modelli di comunicazione pubblicitaria ed in maniera inferiore alla crisi delle copie vendute.

Mi sembrano dati di fatto che possono costituire una base di confronto oggettiva. Parliamone!

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.