Pubblicato il 9 febbraio 2010 by Pier Luca Santoro

Customer Value Proposition

Il tema del futuro dell’informazione e della sua red­di­ti­vità sono prio­ri­tari per chi si occupa, a vario titolo, di editoria.

Lo stato attuale della situa­zione è facil­mente com­pren­si­bile dalla sin­tesi degli inter­venti al con­ve­gno “I gior­nali di carta e l’informazione su Inter­net: con­fronto e pro­spet­tive” pro­dotta da Mas­simo Cavazzini.

E’ una situa­zione di work in pro­gress con­fusa e sti­mo­lante al tempo stesso che si cen­tra fon­da­men­tal­mente su due aspetti : capa­cità di [ri]orga­niz­za­zione azien­dale e capa­cità di attra­zione dell’utenza.

Credo che la sin­tesi gra­fica ripresa da Har­ward Busi­ness Review rela­ti­va­mente a come rein­ven­tare il modello di busi­ness, possa rap­pre­sen­tare un vali­dis­simo ausi­lio in ter­mini di modello di rife­ri­mento per la defi­ni­zione della custo­mer value pro­po­si­tion [la value pro­po­si­tion indica come il pro­dotto, le moda­lità di offerta ed i ser­vizi annessi creano valore per il con­su­ma­tore] e dun­que, anche, per la rea­liz­za­zione di pro­po­ste di suc­cesso in ambito editoriale.

Pren­derne in con­si­de­ra­zione i prin­cipi guida non è un optional.

Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Digital Marketing Manager @etalia_net | Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)

Creative Commons License
This work, unless other­wise expres­sly sta­ted, is licen­sed under a Crea­tive Com­mons Attribution-NonCommercial 4.0 Inter­na­tio­nal License.