Posted on 14 dicembre 2009 by

Muckraking Berlusconi

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Come segna­lato, su Face­book si è sca­te­nata, con la rapi­dità con­sueta del web, una corsa [insen­sata?] a mani­fe­stare soste­gno o sde­gno nei con­fronti dell’aggressore del nostro Pre­si­dente del Con­si­glio.  Al momento della reda­zione di que­sto arti­colo si con­tano oltre 377mila  soste­ni­tori di Sil­vio Ber­lu­sconi [Update: nei com­menti Fas­sbin­der, gen­til­mente, mi segnala che il gruppo pro mr.B è un fake, effet­ti­va­mente  sem­bra­vano numeri ecces­si­va­mente ele­vati] con­tro i fans di Tar­ta­glia che sono circa 38mila.

Ovvia­mente anche su Twit­ter e su Frien­d­Feed è stato un fio­rire di segna­la­zioni e di accesi dibat­titi sul tema e sui col­la­te­rali allo stesso.

Inte­res­sante, dal mio punto di vista, veri­fi­care su Muck Rack — aggre­ga­tore di cin­quet­tii di pro­fes­sio­nal del mondo dei media — le rea­zioni e le segna­la­zioni fatte dai pro­fes­sio­ni­sti, dai gior­na­li­sti, sul tema che, va detto, sono pre­va­lente di stampo umoristico.

Una per tutte quella effet­tuata dall’edi­tore di Mothe­r­Jo­nes che si chiede se a dare un colpo in fac­cia Ber­lu­sconi sia stata la moglie; segno evi­dente di quale sia l’immagine com­ples­siva all’estero rela­ti­va­mente alle vicende che coin­vol­gono Mr.B. ed il nostro paese.

Ah, dovendo espri­mere un com­mento sulla vicenda, al di la’ di ogni con­si­de­ra­zione, credo che valga la pena di riflet­tere sull’efficacia dell’apparato di sicu­rezza; se invece di una sta­tuetta si fosse trat­tato di una arma da fuoco adesso sta­remmo pre­pa­rando le ese­quie di una alta carica dello stato.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page