Posted on 10 settembre 2009 by

Salvagenti ed Illusioni

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

La noti­zia del giorno par­rebbe essere la pro­po­sta di Goo­gle effet­tuata alla New­spa­per Asso­cia­tion of Ame­rica rela­ti­va­mente ad un sistema di micro­pa­ga­menti che con­sen­ti­rebbe agli edi­tori sta­tu­ni­tensi di gior­nali far pagare parte dei con­te­nuti resi dispo­ni­bili on line.

Sarò lapi­da­rio al riguardo.

  • Fon­da­men­tal­mente, al di là dell’interesse gene­rale cul­tu­rale, la cosa non ci riguarda. Per il solo fatto di essere scritti in inglese i quo­ti­diani sta­tu­ni­tensi pos­sono con­tare su un audience poten­ziale [ed effet­tiva] alla quale i gior­nali ita­liani non potranno arri­vare nean­che quando tra vent’anni i bam­bini rice­ve­ranno un net book in regalo com­preso nell’iscrizione all’asilo.

  • L’idea di creare delle bar­riere [pay­wall] per qual­cosa che è nato in forma gra­tuita è rischiosa in ter­mini di rea­zione e rela­zione on il pub­blico di rife­ri­mento, inop­por­tuna rispetto alle poten­zia­lità che esi­stono in altra forma, com­ples­si­va­mente inin­fluente rispetto agli introiti com­ples­sivi degli edi­tori per i quali rap­pre­sen­te­rebbe solo una mode­sta inte­gra­zione nella migliore delle ipotesi.

  • In ter­mini di busi­ness model si con­ti­nua a cer­care di mas­si­miz­zare e con­ci­liare aspetti che pro­ba­bil­mente devono essere atten­ta­mente ricon­si­de­rati e rivi­si­tati. Se il pro­dotto viene rea­liz­zato per ser­vire agli inve­sti­tori pub­bli­ci­tari per­chè i let­tori dovreb­bero pagare?

  • Oltre alla pro­po­sta di Goo­gle esi­stono nume­rose altre ipo­tesi di lavoro che la NAA sta vagliando. Mi riservo di leg­gerle con calma ed even­tual­mente tor­nare sull’argomento prossimamente.

Salvagente

Il sal­va­gente dell’editoria NON si chiama paga­mento delle noti­zie on line.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Attualmente è temporary manager come social media editor de «La Stampa» . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)