Agenda setting criminale

L’Osservatorio di ricerca dei media di Pavia [partner dell’università ] ha effettuato un monitoraggio delle notizie relative alla criminalità nei telegiornali di Rai e Mediaset . Il monitoraggio copre il periodo che va dal 1 gennaio 2005 al 30 giugno 2009 ed i risultati sono stati rilasciati recentissimamente.

I dati elaborati provengono dall’indicizzazione notizia per notizia dei telegiornali del prime time delle reti succitate, nel documento di sintesi dei risultati sono spiegati i criteri di pertinenza adottati.

Sono stati analizzati un totale di oltre 20mila records ed i dati sono disponibili suddivisi per singolo canale televisivo.

Fonte: Osservatorio di Pavia - Sicurezza & Media
Fonte: Osservatorio di Pavia - Sicurezza & Media

Dal grafico dell’andamento è possibile osservare come non vi sia un rapporto effettivo tra l’andamento dei reati commessi e la diffusione di notizie al riguardo. Dubitando personalmente della casualità della diffusione delle notizie non ho potuto fare a meno di notare come i picchi delle reti [ed in particolare di Mediaset] siano coincidenti dapprima con il periodo precedente all’affossamento del governo Prodi ed in seguito, più recentemente, in coincidenza con la discussione del decreto sicurezza .

Insomma c’è chi commissiona gli omicidi per aumentare lo share televisivo del proprio show e chi attraverso la diffusione pilotata di notizie influenza il sentiment della popolazione per trarne un vantaggio per la propria organizzazione o per la propria causa politica. Se prima ne avevamo il sentore ora ne abbiamo pressoché la certezza.

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.