Pubblicato il 16 luglio 2009 by Pier Luca Santoro

New born magazine digital initiatives

MPA [Maga­zine Publi­shers of Ame­rica] , asso­cia­zione sta­tu­ni­tense degli edi­tori di perio­dici, segnala dal 2005 tutte le ini­zia­tive digi­tali rea­liz­zate dai pro­pri asso­ciati sud­di­vise per rivi­sta – edi­tore e tipo­lo­gia di pro­getto realizzato.

Il 2009 è aggior­nato al 30 di giu­gno ed è credo dove­roso darci un’occhiata per ren­dersi conto di quali siano i movi­menti ed i pro­getti rea­liz­zati da edi­tori tra­di­zio­nali nell’ambiente digi­tale. Dal 05 gen­naio alla data dell’ultimo aggior­na­mento ven­gono evi­den­ziate oltre 150 ini­zia­tive realizzate.

Tra le più recenti mi sem­brano di par­ti­co­lare inte­resse, e dun­que meri­te­voli di segna­la­zione spe­ci­fica, quelle rela­tive a Marie Claire e The Eco­no­mist. Mi pare che entrambe vadano nella dire­zione giu­sta coin­vol­gendo cor­ret­ta­mente i pub­blici di rife­ri­mento, richie­dendo i loro con­tri­buti, i loro riscon­tri e, soprat­tutto, gesten­doli adeguatamente.

Una volta visua­liz­zate le ini­zia­tive e veri­fi­cate quelle mag­gior­mente ade­renti ai vostri inte­ressi, dimen­ti­ca­tevi tutto e seguite con atten­zione un dician­no­venne olan­dese che pare stia impar­tendo a tutti gli edi­tori tra­di­zio­nali una lezione sul tema.

new born davide gazzotti