Archive: 14 luglio 2009

Pubblicato il 14 luglio 2009 by Pier Luca Santoro

Meme-tracking and the Dynamics of the News Cycle

Un gruppo di tre ricer­ca­tori delle uni­ver­sità sta­tu­ni­tensi di Stan­ford e Cor­nell ha stu­diato il ciclo delle noti­zie ana­liz­zando 1.6 milioni di siti web e blog. Com­ples­si­va­mente sono stati ana­liz­zati 90 milioni di arti­coli di gior­nali on line e post di blog tra ago­sto ed otto­bre del 2008.

I dati emer­genti dall’ana­lisi evi­den­ziano come in gene­rale vi sia un gap medio di due ore e mezza tra quando la noti­zia viene ripor­tata all’interno dei siti dei main­stream media e quando i blog ini­ziano a ripren­derla ed a commentarla.

Com­ples­si­va­mente dun­que i blog­ger sareb­bero dei fol­lo­wer sia in ter­mini di tem­pi­fica di dif­fu­sione della noti­zia che evi­den­te­mente a livello di agenda set­ting di quello che è noti­zia. E’ un aspetto que­sto che non sor­prende e che è stato recen­te­mente con­fer­mato, anche se da una pro­spet­tiva e con meto­do­lo­gia diversa, in Ita­lia.

Mainstream Media vs Blog

Secondo lo stu­dio solo nel 5% dei casi le noti­zie si dif­fondo prima attra­verso i blog per poi essere riprese dai mass media su inter­net. Que­sta per­cen­tuale sep­pur minima indica una poten­ziale evo­lu­zione del ciclo delle notizie.

Lo stu­dio [ri]apre la porta alla pos­si­bi­lità di uti­liz­zare metri­che e stru­menti di ana­lisi web based come “labo­ra­tori socio­lo­gici” di pri­ma­ria impor­tanza. Attra­verso il “meme-traking”, infatti, potrebbe essere pos­si­bile, ad esem­pio, moni­to­rare come par­ti­co­lari argo­menti si svi­lup­pano tra gruppi e fazioni poli­ti­che opposte.

Lo svi­luppo futuro del modello uti­liz­zato dai ricer­ca­tori potrebbe indi­care i modelli di distri­bu­zione delle noti­zie non solo in ter­mini di tem­pi­stica ma anche dei net­work che le distri­bui­scono. Reti di infor­ma­zione quali Twit­ter e Frien­d­Feed sono gli esempi emer­genti di net­work di scam­bio e dif­fu­sione delle noti­zie infor­mali ma estre­ma­mente influenti.

Si segnala, infine, che il team di ricer­ca­tori che ha svolto lo stu­dio ha pub­bli­cato alcuni dei dati rac­colti ren­dendo la pre­sen­ta­zione degli stessi inte­rat­tiva; molto sce­no­gra­fica ed interessante.

influence-graf

Pubblicato il 14 luglio 2009 by Pier Luca Santoro

Oggi sciopero contro il DDL Alfano

La logica di rete induce una deter­mi­na­zione sociale di livello supe­riore rispetto a quello degli inte­ressi sociali spe­ci­fici espressi nelle reti; il potere dei  flussi afferma la sua prio­rità sui flussi del potere” — Manuel Castells

Diritto alla Rete