Pubblicato il 22 giugno 2009 by Pier Luca Santoro

Twitter giornalismo e convergenza editoriale

Così come era già avve­nuto recen­te­mente in seguito al ter­re­moto in Abruzzo, la rivolta in atto in que­sti giorni in Iran e le cen­sure impo­ste dal regime di quella nazione hanno rilan­ciato con pre­po­tenza il dibat­tito su quello che comu­ne­mente viene chia­mato twitter-giornalismo.

I social media ed il citi­zen jour­na­lism sono realtà che stanno avendo un impatto sem­pre più dirom­pente sui cri­teri di dif­fu­sione e con­di­vi­sione delle noti­zie anche se evi­den­te­mente resta ancora aperta la que­stione dell’affi­da­bi­lità e del con­trollo delle fonti.

Al di là di regole gene­rali di buona con­dotta, i modelli in tal senso pos­sono essere di due tipo­lo­gie fon­da­men­tal­mente: da un lato può essere deman­dato il con­trollo dell’informazione a livello cen­trale accet­tando in que­sto modo l’inevitabile sele­zione — un esem­pio è Viede­merde — o dall’altro accet­tando l’aggregazione come nei casi di Glo­bal Voi­ces e Indy­me­dia ren­dendo, comun­que, i respon­sa­bili di que­sti spazi “lia­ble” delle noti­zie pub­bli­cate al loro interno.

Di fatto è certo che i cit­ta­dini chie­dano di par­te­ci­pare ed abbiano la forte aspet­ta­tiva di essere parte del dibat­tito, della con­ver­sa­zione, sia in ter­mini di abi­li­ta­zione a com­men­tare i con­te­nuti for­niti, che di ero­ga­zione dei con­te­nuti stessi. Il pro­cesso in corso è irreversibile.

Su que­sto tema le avver­tenze d’uso rela­ti­va­mente al pos­si­bile modello ed agli attori prin­ci­pali coin­volti sono già state redatte con la con­sueta pro­fes­sio­na­lità e sintesi.

Alla con­trap­po­si­zione per­so­nal­mente pre­fe­ri­sco la com­ple­men­ta­rietà ed a modelli di svi­luppo alter­na­tivi ho sem­pre [ri]cercato solu­zioni com­ple­men­tari. Troppo spesso guar­dando allo svi­luppo del nuovo si rischia altri­menti di dimen­ti­care e per­dere quel che di posi­tivo è insito nell’attuale, nel “vec­chio”. Credo sia que­sta la sfida con­cet­tuale che l’editoria deve vin­cere per tor­nare a con­vin­cere e coin­vol­gere il pro­prio pub­blico di let­tori attuali e futuri.

In tal senso una lezione impor­tante viene dal quo­ti­diano spa­gnolo “El Pais” che pun­tual­mente assolve alla mis­sion dichia­rata [el perio­dico glo­bal en e spañol] e da sem­pre si è carat­te­riz­zato per la pron­tezza, l’innovazione e la par­te­ci­pa­zione con­di­visa con i lettori.

Da qual­che giorno infatti nella home page del quo­ti­diano capeg­gia in bella vista un riqua­dro di dimen­sioni impor­tanti – Iran en la red, asì lo cuen­tas los ciu­da­da­nos — che riprende e rende dispo­ni­bili le news dispo­ni­bili su twit­ter rela­ti­va­mente al tema di riferimento.

Una lezione di demo­cra­zia digi­tale e di con­ver­genza edi­to­riale dalla quale non vi è dub­bio che vi sia molto da appren­dere.

Twitter Giornalismo El Pais

Los ciu­da­da­nos que sigan infor­ma­dos, que estén arti­cu­la­dos con las nue­vas tec­no­lo­gías y que al mismo tiempo man­ten­gan su cul­tura y su ciu­da­da­nía son aquel­los que serán más capa­ces de pro­du­cir cono­ci­miento, infor­ma­ción y, en último tér­mino, valor en una eco­no­mía de la infor­ma­ción y del cono­ci­miento [Manuel Castells]

Profile photo of Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Profile photo of Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)

Creative Commons License
This work, unless other­wise expres­sly sta­ted, is licen­sed under a Crea­tive Com­mons Attribution-NonCommercial 4.0 Inter­na­tio­nal License.