Pubblicato il 1 aprile 2009 by Pier Luca Santoro

Asociali quotidianamente

Tra novem­bre e dicem­bre dell’anno scorso Gart­ner ha rea­liz­zato una ricerca su un cam­pione di uti­liz­za­tori di inter­net negli Stati Uniti, Regno Unito ed Ita­lia per com­pren­dere come le per­sone sco­prano e con­di­vi­dano diversi tipi di contenuti.

La ricerca ““New­spa­per Publi­shers Must Do More to Empo­wer Brand Stewards” ‚come si può intuire dal titolo, foca­liz­zava la pro­pria atten­zione sui quo­ti­diani dei paesi in questione.

I risul­tati sono dav­vero d’interesse, visto anche lo spe­ci­fico rife­ri­mento alla nostra nazione.

I quo­ti­diani non fanno abba­stanza per favo­rire il pas­sa­pa­rola on line, infatti in raris­simi casi sono inte­grati i tools dei social media all’interno dei siti dei quo­ti­diani [veri­fi­care per cre­dere!]. In que­sto modo ven­gono perse impor­tanti oppor­tu­nità di con­di­vi­sione dei con­te­nuti e quindi di dif­fu­sione della marca/quotidiano.

Se il 49% dei rispon­denti usa i motori di ricerca con rego­la­rità, la per­cen­tuale scende al 20% per gli stru­menti di ricerca interna ai siti dei quotidiani.

Insomma, per dirla con le parole di A.Weiner [Vice Pre­si­dente Gart­ner]: “.….….…..publi­shers are losing focus on the cru­cial impe­ra­tive of how to capi­ta­lize on those con­su­mers who remain loyal, enga­ged online and print readers,.….….Brand-loyal news con­su­mers need to be tur­ned into brand stewards who can wield their influence to two parts of their social graph — those who know them per­so­nally, and those who regard the brand stewards as taste­ma­kers with simi­lar points of view

Cer­ta­mente il cam­pione di sog­getti inter­vi­stati è nume­ri­ca­mente dav­vero ridotto [989 rispon­denti] e, pur non dubi­tando della pro­fes­sio­na­lità della Gart­ner, non può evi­den­te­mente essere rap­pre­sen­ta­tivo della popo­la­zione delle tre nazioni in que­stione. Non­di­meno i risul­tati sono indub­bia­mente indi­ca­tivi di una ten­denza in essere.

social media main benefits

social media main benefits

Il mar­ke­ting edi­to­riale deve uscire dal primo sta­dio legato alle sem­pli­fi­ca­zioni dei tagli prezzo, dei col­la­te­rali e delle pre­va­ri­ca­zioni per entrare final­mente in rela­zione con i pub­blici di rife­ri­mento secondo le loro attese ed abi­tu­dini. Mi pare di ricor­dare che, fra gli altri, l’avessi già sug­ge­rito più di 12 mesi or sono.

Profile photo of Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Profile photo of Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)

Creative Commons License
This work, unless other­wise expres­sly sta­ted, is licen­sed under a Crea­tive Com­mons Attribution-NonCommercial 4.0 Inter­na­tio­nal License.