La forma e la sostanza

Sempre attraverso la medesima modalità, in data 10 Marzo, riceviamo l’ennesima comunicazione dal SINAGI.

Oggetto: Convocazione Assemblea.

Non posso astenermi riprenderne alcuni passaggi:

Ricordiamo ai rivenditori informatizzati l’invito a partecipare all’assemblea che si terrà il 19 Marzo [oggi per voi che leggete] alle ore 16 presso l’Hotel XZQN§ che servirà ad illustrarci da un collega di Bologna un sistema di informatizzazione diverso da quello che usiamo a Ferrara e che si chiama <<INFORIV>>. Importante è capire quale dei due sia più consono alle esigenze dei giornalai: e chi meglio di Voi può fare un raffronto e dare un giudizio in merito? […………] Naturalmente nessuna decisione verrà presa in assemblea, ma ci servirà per discutere ed in un secondo momento decidere cosa fare. Facciamo un caldo invito ad essere presenti, specialmente chi è già informatizzato“.

Il Segretario Prov.

XXXX

L’italiano è talmente sgrammaticato che diviene quasi incomprensibile in alcuni passaggi, superando la celebre macchietta nella quale Antonio De Curtis detta una lettera a Peppino De Filippo.

La sostanza è ahimè ancor più preoccupante. Veniamo convocati ad una riunione che – come esplicitato – non porta ad alcuna decisione e durante la quale invece di poter fruire della consulenza e dell’assistenza del sindacato relativamente ad un software già diffuso in altre aree, sono i giornalai a doversi recare fisicamente in un luogo per fare consulenza al sindacato.

Siamo evidentemente di fronte a soggetti che ignorano assolutamente sia il termine che il significato di proattività e che, altrettanto, disconoscono modalità più razionali ed efficaci di raccogliere informazioni.

Invece del master per edicolanti suggerito parrebbe prioritario un corso di alfabetizzazione per stranieri.

Essere rappresentato nel rapporto con editori e distributori da costoro mi preoccupa non poco sia nella forma che nella sostanza.

Update: Il caso vuole che proprio stamane – sempre in accompagnamento alla bolla delo distributore – riceva la mia tessera 2009 del SINAGI: 30€ ………addebitati nell’estratto conto sempre del distributore. Fantastico!

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

0 thoughts on “La forma e la sostanza

  1. Se hai tanto da ridire sulle iniziative del sindacato:
    1) in quanto iscritto puoi (e dovresti) contribuire a migliorarle 😉
    2) non sempre le riunioni vengono fatte per declamare decisioni GIA PRESE.. ma sai a volte si chiede ai giornalai anche un parere attraverso incontri, almeno siamo sempre in contatto. Probabilmente se le riunioni non si fanno si polemizza perchè non si fanno.. se invece si fanno si polemizza sui contenuti.. Incoraggiante 🙂
    3) puoi sempre cancellarti dal sindacato, nessuno ti obbliga 🙂

    Saluti
    Marianna Rovere

  2. Cara Marianna,
    Grazie del contributo.
    Il sindacato, come tutte le organizzazioni, è fatto di persone. La qualità dello scritto che riporto indica il valore non del sindacato ma del segretario provinciale di Ferrara.
    Il SINAGI Ferrara è informato del mio blog e dei miei scritti via fax e – a qs momento – tace.
    Ho conosciuto personalmente il soggetto e dopo 3 minuti di colloquio ho avuto conferma della sua ignoranza e della sua incompetenza.
    Esitono nel 2009 – forse anche da prima – mille modalità per raccogliere pareri. Se i soggetti [noi edicolanti], come sai, sono impegnati per almeno 12 ore al giorno varrebbe la pena di conoscerle ed applicarle.
    Non escludo di candidarmi in futuro 🙂
    Ciao.
    Pier Luca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.